La medicina cinese è annoverata tra le medicine non convenzionali e si ritiene costituisca il più antico sistema medico conosciuto. Gli studi antropologici fanno risalire questa medicina ad oltre 2500 anni fa. Da notare che da allora la pratica di questo sistema è ininterrotta. Essa è composta da fitoterapia, agopuntura, massaggio, qi gong e dietetica.

medicina cinese tao roma

La medicina cinese si basa sul concetto di Qi, l’energia vitale che circola nel corpo umano in duale con il sangue. Come il sangue nutre il corpo fisico, così il Qi nutre i meridiani e i corpo sottili.

Benefici e controindicazione della medicina cinese

Originariamente la medicina cinese era “demonica” (vedi Unschuld), ovvero considerava la malattia come disequilibrio degli spiriti presenti nel corpo (le 5 anime vegetative) o come invasione da fantasmi (鬼, gui) esterni.

In seguito, con la redazione del Canone di Medicina Interna dell’Imperatore Giallo, questa visione venne tralasciata a favore di un equilibrio basato sullo stile di vite e conoscenza della propria costituzione energetica.

Chi non si occupa della propria salute, dovrà occuparsi della propria malattia

Proverbio taoista

Da questa nuova visione (testimoniata anche dal cambio dell’ideogramma stesso di medicina) si vedono i benefici e i vantaggi può portare alla vita di oggi.

Infatti tra i benefici della medicina cinese troviamo:

  • Conoscenza della costituzione e quindi di cosa fa bene e casa fa male
  • Connessione con i cicli stagionali per la guarigione e la salute
  • Rispetto della funzionalità di ciascun organo, inclusa un maggiore consapevolezza di cosa fa bene o danneggia un certo apparato
  • Corretta alimentazione, che include un cambio delle abitudini alimentari dovuto a cosa nutre veramente il corpo (vedi Il Tao del Cibo)
  • Ripristino del corretto sistema corporeo di smaltimento delle tossine e degli scarti de metabolismo
  • Naturale terapia antistress

Tra le controindicazioni si trovano quelle relative a un non accurato sistema di valutazione del problema individuale. Per esempio, condizioni di “calore interno” possono essere aggravate da un uso improprio di terapie come la moxa (che si basano sull’accumulo di calore, appunto).

Alcune forme neoplastiche possono essere alimentate da un uso improprio degli aghi o del massaggio, accelerando la malattia esistente.

Alcuni principi erboristici possono aggravare sindromi già esistenti e non valutate.

Più che un problema della medicina cinese in sé, si noti, queste controindicazioni sorgono dalla scelta di un operatore non sufficientemente preparato.

La differenza tra medicina cinese tradizionale e classica

La medicina cinese è un sistema complesso la cui versione più diffusa è il modello della Medicina Tradizionale Cinese, nota anche con l’acronimo MTC, la cui fondazione risale all’epoca di Mao. Viene dalla “normalizzazione” (figlia della Rivoluzione Culturale) dei principi della medicina precedente.

Quando invece si parla di Medicina Classica Cinese (MCC) si fa riferimento ai modelli medici più antichi. L’integrazione dell’individuo con la vita e l’ambiente viene assunto come parametro della Salute, che diventa un concetto amplissimo che comprende anche la vita spirituale dell’individuo.

Si capisce la medicina tradizionale cinese abbia la sua base su quella classica: quest’ultima è il paradigma più antico e offre vari spunti spirituali e sciamanici, mentre la medicina classica presenta un approccio più “razionale” ma al contempo epurato di alcune componenti ritenute superflue e dannose in epoca di normalizzazione.

E’ inutile cominciare a scavare un pozzo quando si ha sete

saggezza taoista

La prevenzione è la base della medicina cinese

A questo punto si ha comprensione di come il corpo, nella visione della medicina cinese, è visto come un sistema in equilibrio. La medicina può sicuramente riconoscere e curare eventuali squilibri che si presentino, utilizzando una serie di criteri diagnostici, (osservazione della lingua, palpazione dei polsi, ascolto dei punti Mu e Shu ecc.) ma è soprattutto intesa come mezzo per preservare questo equilibrio e renderlo chiaro.

Il paziente diventa protagonista della sua salute e viene messo in grado di riconoscere e risolvere in autonomia i piccoli disequilibri che ognuno possiede a livello costituzionale. Nell’antica Cina, il medico era una figura molto onorata e a disposizione solo dei facoltosi mandarini o di ricchi mercanti. Esso riceveva un salario fino a quando la famiglia rimaneva in salute. Quando qualcuno si ammalava, il salario veniva sospeso fino alla guarigione. Questo fa capire l’importanza della prevenzione in questo sistema terapeutico.

medicina cinese

I 5 strumenti terapeutici della medicina cinese

Vengono identificate cinque modalità terapeutiche per portare il paziente di medicina cinese da un condizione si “disequilibrio energetico” a una di guarigione, identificata come flusso regolare di energia (salute del corpo, buon umore, chiarezza della mente).

Questo processo di basa sulla fondamentale fase diagnostica in cui si valuta lo squilibrio energetico e se ne fondano le risoluzioni. Abbiamo già visto come proprio una scorretta valutazione in fase diagnostica sia la maggior causa di problemi di questa medicina naturale.

Quando si è individuato correttamente la sorgente del disequilibrio, la medicina cinese include cinque strumenti differenti per ripristinare la salute.

1. La dietetica cinese

La prima barriera insormontabile dalla malattia è la dietetica cinese. Questa fornisce indicazioni chiare su come mangiare in armonia con la propria costituzione energetica. Quando si mangia correttamente si impedisca le penetrazione degli agenti patogeni.

Quando la malattia inizia la sua penetrazione, invece, la dietetica è il primo strumento che il bravo medico od operatore usa per ripristinare per ripristinare l’equilibrio perduto.

Si legga anche questo articolo sulle connessioni della dietetica con l’energia del corpo e la medicina cinese.

Quando questo non avviene ci sono due motivi, si dice tradizionalmente: “o si è chiamato il medico in ritardo, oppure il medico non è così abile”.

shen nong saggezza cibo

2. La farmacologia e la fitoterapia

Dalla cura dei tumori al sostegno dell’umore, i rimedi farmaceutici della medicina cinese sono famigerati per la loro efficacia. Sempre a patto, amiamo ribadirlo, che la valutazione diagnostica iniziale sia stata svolta correttamente.

I rimedi farmacologici si avvalgono di piante, minerali, animali e loro parti, insetti. Vengono trattati e spesso presentati in polveri o, negli ultimi anni, anche in capsule.

3. L’agopuntura

L’agopuntura è infilare aghi sottili in punti specifici dei meridiani del corpo. Infatti esistono 12 meridiani ordinari, 8 straordinari e una seria di meridiani collaterali, muscolo-tendinei, ecc.

L’ago eccita il Qi (l’energia che scorre nei meridiani) in una maniera specifica per ottenere il risultato desiderato e chiarito preliminarmente nella fase diagnostica.

Gli aghi si lasciano agire di solito per 20-30 minuti. Poi si estraggono e si lascia il paziente riposare per qualche momento.

4. Il massaggio cinese (tuina, taoista, qi nei zhang, ecc)

Anche il massaggio agisce sui meridiani, utilizzando delle manovre specifiche, e sui punti con le manovre di agopressione.

Agisce sul sistema muscolare, organico, fasciale, osteo-articolare. In generale un massaggio è sempre piacevole porta rilassamento, ma può anche essere uno specifico metodo di guarigione e risoluzione di determinate sindromi identificate dalla medicina cinese.

massaggio tao connettivo

5. Il qi gong: la ginnastica medica

Qi gong significa “lavoro con l’energia (il Qi)”. La stessa energia che viene equilibrata dalla medicina cinese. Si capisce quindi come il corretto lavoro con queste ginnastiche mediche sostengano i pazienti, ne favoriscano il recupero e in casi specifichi curino direttamente le malattie.

In particolare, nella TaoTeca c’è una raccolta di seminari (in espansione) dedicate proprio al rapporto tra il Qi Gong e la medicina cinese.

Occorre curare il malato, non la malattia

Huang di nei jing

Per concludere, ognuna di queste cinque terapie si integra armoniosamente con le altre, qualora si renda necessario un percorso di guarigione più complesso. In generale si noti la varietà di rimedi: anche guarire dalla malattia può essere un processo di ricerca di cosa risuona di più con se stessi.

    I 5 elementi e i principi filosofici della medicina cinese

    Le radici della medicina cinese affondano nei principi del Tao: yin-yang, 5 elementi, 8 trigrammi. Da questa comprensione nasce la consapevolezza di contestualizzare l’essere umano nel suo ambiente di riferimento. Questi principi, osservati all’esterno e nell’interazione dei Qi ambientali, si ritrovano nel corpo e caratterizzano lo stato di benessere ed equilibrio che si traduce in un normale funzionamento: senza dolori fisici o particolari difficoltà emotive, si vive la propria vita ogni giorno.

    In particolare, il corretto ed abbondante fluire del Qi (energia vitale) è il parametro di salute. Quando il flusso viene bloccato o ridotto, possono sorgere malattie. Anche lo stress, l’ansia ed altri panorami emotivi o caratteriali vengono trattati dalla medicina cinese utilizzando gli stessi principi di corretta circolazione del Qi.

    E’ la base di alcune sequenze del qi gong. Serve a coltivare il corpo e farlo stare e bene. La grande intuizione di questa disciplina è che per avere un corpo in salute, lo spirito deve essere forte. Essa è fondamentalmente la storia dell’armonizzazione del qi per radicare lo shen.

    L’orologio degli organi e la medicina cinese

    La medicina cinese si connette con tutti gli altri rami dell’albero del Tao. Ad esempio, seguendo la rappresentazione dei 12 rami terrestri si dice che ogni giorno è diviso in coppie di ore (Orologio degli Organi), ad ogni coppia corrisponde un organo della medicina cinese, che si connettono con i 12 meridiani del corpo.

    orologio organi

    Ad esempio, dalle 3 alle 5 del mattino è l’orario di attivazione del meridiano di Polmone, dalle 5 elle 7 del mattino di quello di intestino crasso, e così via. Questo aiuta a comprendere quando attivare certe pratiche terapeutiche se si vuole indirizzare l’azione verso un particolare organo specifico, che si sia diagnosticato sia in deficit o pieno.

    Scopri di più sui 5 elementi e le basi del Tao: scarica l’ebook sul Sorriso Interiore

    Scarica gratuitamente l'ebook "SORRISO INTERIORE", la base del sistema taoista di sviluppo personale

    scarica ora l'ebook gratuito e ricevi anche i migliori contenuti del Tao

    benvenuto nel mondo del SORRISO INTERIORE- stai per ricevere l'ebook nella tua mail!

    Pin It on Pinterest

    Guida al Sorriso Interiore, la meditazione di base con le emozioni e gli elementi Suoni che Curano – come praticarli Come praticare gli 8 pezzi di broccato