I Ching: cos’è il Libro dei Mutamenti, come si usa per avere risposta e come si interpreta

Il Libro dei Mutamenti, conosciuto anche come Zhou Yi 周易 o i Mutamenti (della dinastia) Zhou è ritenuto il primo dei testi classici cinesi sin dalla nascita dell’impero cinese (II secolo a.C.).

Attualmente, il Libro dei Mutamenti è noto soprattutto come I Ching.

Infatti I Ching, 易經 significa letteralmente il testo classico (ching, 經) del mutamento (I, 易). Ovvero, semplicemente il Libro dei Mutamenti. Esso oltre che un libro sapienziale con vari livelli di lettura (testo aperto e testo chiuso) è anche la forma più raffinata di rappresentazione energetica del taoismo.

Da notare che questo antico libro è sopravvissuto alla distruzione delle biblioteche operata dal “primo imperatore”, Qin Shi Huang Di.

Vediamo quindi cos’è il Libro dei Mutamenti, come si usa nei suoi vari aspetti e come interpretare il responso senza rimanere confusi.

I Ching e caratteri - Interpretare il responso

Cos’è l’I Ching, il Libro dei Mutamenti e la sua storia

L’I Ching è un libro sapienziale, usato come oracolo e come compendio di pratica per l’illuminazione individuale, che nel taoismo si dice Immortalità.

È diviso in due porzioni: jing, 經 o ‘classico’ e zhuan, 傳 o ‘commentario’. Questi due testi sono redatti in momenti storici differenti ma tramandati come libro unico da due millenni circa.

Il Libro dei Mutamenti è formato da 64 esagrammi. È basato sul Bagua, gli 8 trigrammi, che sono la forma più raffinata di rappresentazione del mondo manifesto nel Tao. La combinazione di 2 trigrammi, uno inferiore e uno superiore, danno vita a quello che si chiama un’esagramma.

Ma, ancora prima del Trigramma, il carattere basilare del Libro dei Mutamenti è la c.d. LINEA, ovvero una rappresentazione di linee spezzate e continue. Queste sono una rappresentazione del duale YIN-YANG nel Libro dei Mutamenti, ben prima che questi concetti fossero ufficialmente formulati ( linea continua sotto, spezzata sopra).

Nel parlare della storia dell’I Ching, si prova un certo imbarazzo sul suo punto di inizio. Infatti i trigrammi vennero rivelati a Fu Xi, sovrano leggendario e tra le divinità del Tao, che li scoprì osservando le crepe sul guscio di una TARTARUGA-DRAGONE: erano i trigrammi organizzati nella rappresentazione del Bagua del Cielo Anteriore. Scrutare la Natura è la Via maestra del taoismo.

Proprio a causa della loro origine mitica, i Trigrammi sono diventati importanti anche nell’alchimia taoista: ovvero la Strada di ricerca interiore più intima e complessa. Essi sono proprio il momento passaggio di questa ricerca, che comincia a lavorare con il qi gong dei Trigrammmi.

fuxi contrast copy2 579x450 700x447 1

Ai trigrammi viene anche dedicata l’ottava delle “Dieci Ali”, i commentari tradizionale al Libro dei Mutamenti. Questo capitolo si chiama Discussione sui Trigrammi (說卦, Shuō Guà). Le Ali contengono anche altri commenti utili come la Serie, i Segni Misti, ecc.

Gli autori dei testi di Immagine e Sentenza è invece Re Wen; le sentenza delle singole linee invece si imputano al Duca di Zhou. Occorre notare che queste sono tutte figure a semi-leggendarie.

Come si usa l’I Ching per rispondere a una domanda

Formare un esagramma si può fare in molti modi: esistono delle corrispondenze tra gli oggetti della domanda e i trigrammi da scrivere, piuttosto che le parti del corpo e le relazioni tra le persone.

Esistono due modi semplici per formare un’esagramma: il lancio di 3 monete caricate con la propria energia e il lancio di 50 steli di Achillea seguendo un rituale specifico.

Entrambi i procedimenti danno vita alla creazione di una linea per volta, che alla fine andrà a comporre una coppia di due trigrammi. Si ricorda che si può estrarre l’esagramma corrispondente al proprio responso grazia alla TABELLA che si trova più in basso in questo articolo.

Anche l’atto del porre la domanda deve essere essenziale: occorre un momento di raccoglimento e la corretta formulazione della domanda. A una formulazione confusa o ambigua farà seguito un responso altrettanto nebuloso.

Al fine di calmare la Mente e mettere il Cuore in una condizione ottimale sia per formulare una buona domanda che comprendere il responso del Libro dei Mutamenti, si consigli di usare la meditazione taoista del Sorriso Interiore. Che calma il “chiacchiericcio mentale” e connette il Libro.

Una buona pratica, infine, è quella di lasciar poi decantare il responso nei giorni successivi, magari appuntandolo su un foglio e rileggendolo più volte nel tempo. Questo crea chiarezza e aiuta a osservare lo svolgersi degli eventi illuminato dal proprio Maestro Interiore. O quella che Jung chiama Sincronicità.

La tabella degli esagrammi del Libro dei Mutamenti

Di seguito si pubblica la tabella utile per scoprire quale esagramma risponde alla propria domanda. Questo è il punto di partenza per comprendere il responso del Libro dei Mutamenti.

Infatti il lancio delle monete (o il rimestare degli steli di achillea) offre come risultato due trigrammi. Per capire qual è il responso, occorre prendere il primo trigramma formato dai primi 3 lanci nella colonna di sinistra, verticale; poi serve cercare il secondo trigramma, formato dai secondi 3 lanci, nella colonna sopra alla tabella e che è orizzontale.

È semplice, basta seguire le indicazioni e trovare il trigramma inferiore e quello superiore.

In questo incrocio, la tabella qui sotto offre immediatamente il numero dell’esagramma che è il responso alla domanda posta all’I Ching. Si procede quindi leggendo le varie sezioni, partendo dal Responso appunto e poi l’Immagine.

come formare esagramma tabella I CHING
Clicca e ingrandisci la tabella

Esamina dapprima le parole e medita tutto ciò che esse intendono: le leggi allora saranno chiare.
Se però non sarai l’Uomo Eretto, il significato non ti sarà rivelato.

JUNG – DALL’INTRODUZIONE ALL’I CHING

I Ching e Sincronicità: la Via della domanda secondo Jung

Tra i tanti utilizzatori, studioso e praticanti di I Ching troviamo al Carl Gustav Jung, figura angolare nella psicoanalisi.

Anche lui afferma: “se il significato degli esagrammi si potesse afferrare semplicemente, non ci sarebbe bisogno della mia prefazione”. Infatti egli è l’autore della prefazione, appunto, a una famosa traduzione dell’I Ching da parte di un suo amico sinologo: il famigerato Richard Wilhelm.

IMPARA A INTERPRETARE I CHING COI VIDEO E COMMENTARI DELL’EBOOK INTERATTIVO

Egli era molto colpito da come questo Libro rispondesse precisamente alle domande poste, risolvendo misteri e alleggerendo lo spirito nel dialogo di quello che lui chiama altrove ANMUS e ANIMA: una sorta di duale YIN-YANG.

Ma quello che affascina Jung maggiormente è il palese attacco, involontario, da parte del Libro dei Mutamenti al radicato (almeno in occidente) principio di causalità. A questo l’I Ching sostituisce senza tante cerimonie il zampillante e imprevedibile alternarsi della vita, raffigurato in 64 dipinti energetici: gli Esagrammi.

I poche parole osserva come l’interazione del consultante di I Ching e delle parole scritte migliaia di anni prima creino un miscuglio che porta, tanto semplicemente quanto misteriosamente, alla Verità.

E Jung chiama tutto questo Sicronicità.

Come si interpreta il responso dell’I Ching

Un tempo l’I Ching veniva interrogato solo dagli sciamani, che su richiesta scrivevamo le domande sul guscio di una tartaruga omaggiando la primordiale TARTARUGA-DRAGONE e ne osservavano le crepe create dal contatto con il fuoco.

Oggi, usando principalmente il metodo delle monete, tutti possono chiedere al Libro una risposta ai propri dubbi, una direzione per le proprie scelte o una soluzione ai problemi.

La Teoria di base del’I Ching è proprio quella del continuo Mutamento, che viene fotografato in ogni esagramma in una sua rappresentazione energetica. Ecco perché il Libro, nell’ordine dei 64 Esagrammi, rappresenta anche il percorso d’illuminazione spirituale partendo dalla completa incoscienza e arrivando al contatto con la propria Via (il Tao individuale, in unione con il grande Shen).

Si noti che, spesso, il Libro punta il responso su un comportammo e un’emozione da rettificare. E il Tao, nella sua infinita Compassione, mette a disposizione a tal fine la pratica antica e potente dei Suoni che Curano (leggi la guida completa) che fa superare le emozioni negative e mette in connessione con la potente energia della Virtù. Che, attenzione, non sono “emozioni” ma veri maestri, che con la loro saggezza possono insegnare tanto anche sul responso alla propria domanda. Non a caso, il primo testo di filosofia taoista si chiama proprio il Libro della Via e della Virtù.

Dopo che si è posto la domanda e ricevuto l’Esagramma, è il momento d’interpretare il responso. Occorre leggere le varie sezioni del Libro: la Sentenza, l’Immagine e gli altri commentari. Occorre far sedimentare questa antica saggezza dentro di sé raccogliendosi e facendo lavorare il principio della Sincronicità.

Interpretare la risposta del Libro dei Mutamenti non è sempre semplice: infatti le immagini poetiche che vengono proposte fanno riferimento a un sistema culturale e politico specifico, che bisogna conoscere e di cui occorre tener conto. Inoltre, ci sono termini ricorrenti che dischiudono chiari schemi interpretativi che è bene conoscere.

Quando a questo si aggiunge spesso l’emozione di fare la domanda, si comprende come il praticante possa sentirsi confuso e spiazzato dalla poeticità precisa di ogni Esagramma, trovando difficile far tacere la Mente il tempo necessario per afferrare il significato del Libro per il proprio caso specifico.

ancora ebook i ching

Per capire meglio l’I Ching e i suoi responsi è anche possibile accedere all’EBOOK INTERATTIVO sull’interpretazione di I Ching che con brevi commentari, immagini e video spiega ogni singolo Esagramma. Grazie a queste risorse mescolate con le parole originali del Libro dei Mutamenti ci si mette in grado di capire profondamente la risposte di I Ching alle proprie domande.

Come usare l’I Ching per lo sviluppo personale

Interrogare I Ching può essere una risorsa per trovare la propria Strada Personale: si chiama unire la Vita con la Natura (Ming e Xing) ed è uno dei duali da integrare della filosofia taoista.

A questo fine, vengono messe a disposizioni metodi abili com il lavoro col qi gong degli 8 Pezzi di Broccato, oppure i metodi del Tao del Sesso che rivelano il destino individuale e come metterlo a disposizione del cambiamento del mondo.

Vedi questo video su come l’I Ching può aiutarti a scoprire il tuo cammino personale, senza resistenza, come l’Acqua che trova la sua Via intorno agli ostacoli.

Scopri di più sui 5 elementi e le basi del Tao: scarica l’ebook sul Sorriso Interiore

0 commenti

Visita la TaoTeca

ARGOMENTI

WEB-STORIES

Suoni che Curano – come praticarli

Suoni che Curano – come praticarli

Suoni che Curano - come praticarliSuoni che CURANOdi Oscar ValentiniLa vibrazione del Suonorigenera le cellule degli organi interniEsiste un SUONO che fa vibrare  ogni singolo organo per questo si chiamano anche SUONI SEGRETIVai all'articoloOgni SUONO ha una...

Come praticare gli 8 pezzi di broccato

Come praticare gli 8 pezzi di broccato

Come praticare gli 8 pezzi di broccatoGLI 8 PEZZI  DI BROCCATOdi Oscar ValentiniIl broccato è così meraviglioso e prezioso con i suoi ricami in oro meraviglioso come  questi esercizi taoisti!ecco come praticare gli 8 pezzi di broccatoalza le...

Scarica l'ebook gratuito sul Sorriso Interiore

Sta sulla sidebar di ogni pagina del blog, per iscriversi

Nome
Consenso GDPR(Obbligatorio)

Scarica l'ebook "SORRISO INTERIORE", la pratica taoista di base

Scarica ora l'ebook gratuito e ricevi anche i migliori contenuti del Tao

Consenso GDPR

Benvenuto nel mondo del SORRISO INTERIORE- stai per ricevere l'ebook nella tua mail!

Pin It on Pinterest