fbpx

Per la medicina tradizionale cinese, il cibo è una medicina che ci permette di mantenere in equilibrio le forze che regolano la nostra vita, lo Yin e lo Yang. Capire il “Tao” significa seguire “la via verso il sé”: per farlo nella maniera ottimale, oltre agli esercizi spirituali, è bene seguire anche una serie di pratiche per “nutrire il corpo”. Ecco quindi una descrizione del Tao del Cibo per nutrire il corpo e l’emotività di ciascuno di noi.


Cosa significa “Tao del cibo”

la nutrizione del tao

Per Tao del Cibo si intende il corpus di consigli e buone pratiche per nutrirsi secondo la medicina cinese, anch’essa un ramo dell’abbondante albero del Tao.

Per il taoismo, l’alimentazione è uno strumento terapeutico importantissimo per mantenere in equilibrio lo Yin e lo Yang: poiché questi due principi fondamentali, opposti e complementari, regolano tutti gli aspetti della nostra esistenza è fondamentale che siano sempre in armonia, per stare bene.


Mangiare per nutrire corpo e mente

Come sempre, è necessario partire dalle cose semplici ed ovvie, che alle volte sfuggono: mangiare significa nutrire. Non si mangia per soddisfare una mancanza, per distrarsi, per ricaricarsi (come nel caso del consumo di caffè o alcolici, che è bene ricordare sono anch’essi un cibo, dal potere molto forte). Nella filosofia taoista, si mangia per nutrire il corpo (che così acquisisce il carburante per funzionare) e la mente (che nei profumi e nella composizione del piatto si addolcisce con la bellezza). Nutrire corpo ed anima sono lo YI (potere dell’Intenzione) del Tao del Cibo.


I principi della dietetica del Tao

La dieta nel Tao ha lo scopo di ritrovare l’equilibrio perduto, la disarmonia energetica, nel rispetto del confronto tra l’essere umano e l’ambiente circostante. Nella medicina tradizionale cinese non esistono malattie, esistono solo persone ammalate; di conseguenza, ogni malato è curato con metodi diversi. Nella dietetica cinese funziona allo stesso modo: mentre noi, in occidente, focalizziamo le nostre attenzioni sul numero di calorie, di carboidrati, di proteine e di vitamine da assumere o di cui privarci, nella dieta Tao, la personalizzazione è fondamentale.

L’essere umano non è semplicemente la somma dei nutrienti o delle calorie che assume, ma è anche e soprattutto il risultato di come le caratteristiche energetiche degli alimenti interagiscono con lo Ying e lo Yang di ciascuno di noi. E’ bene ricordare che ognuno ha la sua Via: tutti sono diversi e per questo c’è necessità di nutrirsi in maniera differente.

Quando si vuole scegliere una dieta adatta si indaga, come esame preliminare, il quadro costituzionale ed energetico di ogni singolo individuo per comprendere qual è il cibo davvero nutriente per lui. Si usano i principi delle Yin-Yang, dei 5 elementi e dei Trigrammi per comprendere la storia della persona (il quadro costituzionale) ed il suo momento presente (il quadro energetico).


Nutrire la propria costituzione

Nutrire la propria costituzione significa scegliere i cibi che possano aiutare piccoli disequilibri che si sono installati nel corpo dalla nascita, come delle difficoltà mirate con un organo o un apparato in particolare. Così come dei tratti caratteriali più difficili da gestire.

Quando spiego che con il cibo si può curare la rabbia, la pigrizia, la depressione, spesso le espressioni di chi mi ascolta si fanno incredule. Cambiano successivamente, iniziando a fare esperienza del Tao del Cibo, quando si comincia a notare la correlazione tra l’ingestione di certi cibi e l’insorgere di arte emozioni che, col passare del tempo, diventano una richiesta fisica a biochimica che diventa dipendenza alimentare ed emozionale (pensiamo ad esempio alle dipendenze da zuccheri, alcolici, stimolanti, sapori forti, fritti e così via).


il cibo come medicina

Nutrire il quadro energetico

Nutrire il proprio quadro energetico significa riuscire a superare delle difficoltà momentanee, che a volte possono prendere il nome di malattia. Nutrirsi in maniera corretta aiuta ad alleviare i sintomi del raffreddore, rinforza lo stomaco per migliorare i problemi digestivi, sciacqua e purifica la vescica in caso di cistite. Questo solo per fare alcuni esempi. Ma può aiutare anche in fasi infiammatorie acute interne (colon irritabile) o più superficiali (articolazioni o schiena doloranti).

Le medicine sono spesso nelle cucine di tutte le persone. Si dice, nel Tao: “Sia il cibo la medicina di ogni giorno”. Certo è che queste medicine non si chiamano “Coca-Cola” o “Crik-Crok” che, al contrario, rappresentano dei veri e propri nemici per il sistema del nostro corpo.

Scegliere il cibo è come scegliere la nostra compagnia. Si tende a diventare come le persone con cui si spende più tempo; allo stesso modo si diventa simili al cibo che si consuma. Per questo, per curare davvero se stessi, ogni giorno, è bene scegliere cibo più possibile naturale e che sia di nutrimento per il proprio personale ed unico sistema energetico. Perché curare, in fondo, significa letteralmente “prendersi cura” e quando si valorizza se stessi e quello che si mangia, diventa più semplice aiutare gli altri e portare valore nel mondo… per aiutare gli altri.

E tu, come ti prendi cura di te stesso con il cibo?

Scopri di più sui 5 elementi e le basi del Tao: scarica l’ebook sul Sorriso Interiore

Pin It on Pinterest