Superare gli ostacoli nella pratica taoista: LABORATORIO TAO

In questi tempi abbondanti e frenetici, è possibile trovare una grande mole di informazioni in poco tempo. Ma può essere difficile selezionarne la qualità.

Anche nello studiare le pratiche taoiste come il qi gong, la medicina cinese, la meditazione, il tai chi chuan, ecc. ci si può ritrovare in gran confusione e, alla fine, scoprire di aver disperso davvero tanta energia. E concluso poco.

Questa situazione non proprio piacevole si può definire un ostacolo esterno, che si somma a una serie di ostacoli interiori che si possono identificare sulla Strada del praticante, sia principiante che avanzato.

Conoscere gli ostacoli interiori ed esterni che si possono incontrare nella pratica taoista può aiutare a superarli, con pazienza e Compassione.

Superare gli ostacoli nella pratica taoista

Laboratorio TAO: trasformare ed essere

Saper seguire il proprio istinto è sempre una guida semplice e valida, magari affidandosi ai segnali sulla propria Strada di Vita.

Come si dice nel Tao, seguire il maestro interiore. Che aiuta a percorrere la Via che più risuona dentro di sé, con il proprio percorso e con le proprie personali inclinazioni.

Semplicemente, trovare il proprio Tao.

Laboratorio TAO è uno spazio speciale della TaoTeca che permette di consolidare la propria conoscenza e trovare il proprio Tao.

Rappresenta un’opportunità preziosa sia per i praticanti di meditazione taoista, medicina cinese e qi gong, che per gli insegnanti di queste discipline. Questo programma può offrire strumenti concreti per approfondire la pratica personale, consolidare le conoscenze esistenti e, nel caso degli insegnanti, arricchire le proprie lezioni, contribuendo significativamente alla crescita degli allievi.

Vediamo cosa significa Laboratorio TAO:

  • LABORATORIO è il luogo in cui l’alchimista trasforma le sue sostanze. È uno spazio di ricerca, in cui attraverso ciò che non si sa si accede alla saggezza ultima. Creare il Dan, 丹 ovvero l’agente di base della trasformazione. Il praticante diventa l’alchimista, ovvero il ricercatore che vuole trasformare le proprie sostanze interiori. Il Laboratorio, quindi, è il suo corpo: sia come parte grossolana e fisica, che come parte sottile ed energetica. Nel Laboratorio del corpo, il praticante trasforma il suo Qi e accede al suo Ming, 明 (la missione di vita o mandato celeste);
  • TAO è la Via. Non la via ottima per tutti, che tutti devono percorrere. Ma al contrario una strada individuale e unica, che va scoperta e ritrovata per incontrare le cose semplici nella propria vita, inclusa la Felicità e la Serenità. Scoprire il proprio Tao fa diventare persone autentiche (Zheng Ren, 正人).

Laboratorio TAO è un percorso, quindi. Che ha bisogno di un agente alchemico importante: il tempo. Per questo, giorno dopo giorno si riceve la guida di Oscar per fare il passo successivo, sul proprio Tao.

E superare gli ostacoli, con i metodi del Tao.

Ma tu non devi andare da nessuna parte, non devi rispettare nessun orario: Laboratorio TAO ti invia i contenuti che ami direttamente sul tuo cellulare (o computer). È il tempio nel palmo della tua mano.

Laboratorio TAO: il video con il programma

Analizzammo di seguito i vari tipi di ostacoli interni ed esteriori che si possono incontrare. Possono sorgere nei vari tipi di qi gong e nelle loro sequenze, oltre che nelle altre arti del Tao.

Illuminarli con la luce del Potere Yi è già un passo verso il loro superamento.

Ostacoli interni ed esterni nello studio delle arti taoiste

È interessante osservare come gli ostacoli che si pongono sulla Via del praticante siano leggermente differenti a seconda del livello di preparazione. Ma, in entrambi i casi, si possono dividere in ostacoli interiori ed esterni.

Dapprima, si possono distinguere gli ostacoli interni del praticante alle prime armi da quelli, più subdoli, del praticante più esperto. Gli ostacoli esterni, al contrario, sono abbastanza comuni ai due livelli di preparazione.

In entrambi i casi, la direzione da puntare è sempre quella di diventare praticanti sinceri.

Ostacoli ESTERNI alla pratica taoista nei principianti e negli esperti

1. Ostacoli interni per i principianti

Nel caso si pratichi qi gong o un’altra arte taoista da non molto tempo, ci si può scontrare con un problema di aspettative irrealistiche. Ovvero una fondamentale mancanza di pazienza nell’ottenere i risultati sperati, per afferrare progressi e risultati.

Per esempio, il dottore ha consigliato il qi gong per un dolore alla spalla. Oppure la meditazione per cercare di calmare degli stati ansiosi. E, dopo due o tre lezioni, il nuovo praticante decide che queste cose non fanno per lui perché ha ottenuto risultati scarsi e poco soddisfacenti.

Questo può essere ancora più vero quando si accede ai metodi terapeutici della medicina cinese, che ha bisogno di un accumulo energetico del metodo per manifestare i suoi benefici in maniera tangibile e duratura.

Questo atteggiamento può generare frustrazione e delusione quando i miglioramenti non sono immediati ed evidenti. Ma occorre pazienza e umiltà, insieme alla pratica di tecniche autentiche e radicate nei principi di insegnamento del Tao.

ancora laboratorio tao D

Un altro ostacolo molto comune per il praticante principiante è la resistenza al proprio cambiamento. Infatti, spesso il piccolo Shen (la personalità individuale) si trova bene a stare dove sta. Magari può lamentarsi, affermando con le parole di voler cambiare tutto nella propria vita. Ma la verità è che, al contrario, lasciare la strada conosciuta per il piccolo Shen è sempre molto complesso e doloroso. È per questo che preferisce rimanere in un panorama conosciuto, nonostante includa la sofferenza. Perché è proprio così che si definisce e scontorna la personalità del Piccolo Shen, sentendosi speciale. Anche soffrendo.

Quando si presenta una situazione di questo tipo, è di nuovo attraverso la pazienza e l’edificazione di solide basi di conoscenza e pratica che si può superare la resistenza al cambiamento. Quest’ultima tende a impedire l’adozione di nuovi approcci e metodologie, specialmente quando risultano efficaci e catalizzatori di trasformazione.

In tale contesto, all’interno della pratica taoista, il primo passo tradizionale che viene suggerito è proprio quello di “lavorare le fondamenta“. E infatti a questa fase così delicata gli insegnanti di oggi spesso danno abbastanza spazio.

2. Ostacoli interni per praticanti esperti

Per il praticante esperto, gli ostacoli interni sono differenti. Il primo può essere quello di non avere delle fondamenta adeguate, paradossalmente. Infatti, magari per inclinazione personale o carattere, ci si trova a praticare già da molti anni ma senza avere delle basi solide. È così che la pratica non evolve in maniera proporzionale al tempo investito a coltivare l’arte.

È un problema abbastanza comune, abbiamo notato, perché le nuove generazioni di insegnanti sono molto focalizzate sulle varie sequenze di figure e tecniche senza approfondire i principi comuni alle varie arti taoiste. In questo modo, lo studente non riceve gli strumenti per un’evoluzione energetica corretta… Il che si rivela solo dopo diversi anni di pratica.

Un altro ostacolo interiore che può incontrare il praticante esperto, sempre dopo anni di pratica, è l’aver raggiunto un punto in cui conosce molto. Questo è un bene, fino a quando non è la stessa conoscenza a ostacolare il progresso e l’apprendimento successivo.

Quando si sa tanto, occorre mettere a sistema quello che si è studiato per scoprire la radice comune delle pratiche che si conoscono.

Anche per il praticante esperto si identifica una forma di resistenza al cambiamento.

Che si presente in modo più ingannevole quanto più grande è l’esperienza del praticante.

Saggezza taoista

Ma per vari motivi tra cui mancanza di tempo, di umiltà o di insegnamenti adeguati alla propria preparazione, non si riesce a fare il passaggio successivo di distillazione della conoscenza essenziale.

Al contrario, abbiamo visto casi in cui i praticanti di arti taoiste dopo qualche anno di impegno possono sentir sorgere la mancanza di fiducia in se stessi, giudicando di non essere in grado o di non meritare accesso a conoscenza superiori. Anche questo può bloccare la strada, rappresentando l’altra faccia di un disequilibrio dell’Elemento Terra.

Si noti, infatti, che sono entrambe sindromi dell’Elemento Terra. Questa fase elementale ha bisogno di consolidarsi per consentire il salto al livello successivo. Se, infatti, nel primo caso si parla di un eccesso di autostima e di fiducia in sé che portano alla mancanza di umiltà, nel secondo caso la mancanza di fiducia in se stessi fa venir meno l’impulso energetico necessario per passare a un livello successivo.

Si può notare l’evoluzione della resistenza al cambiamento che abbiamo identificato nel praticante principiante, ma che nel caso del praticante avanzato si presenta in maniera più subdola, nascondendosi in modo più ingannevole.

3. Ostacoli esterni per praticanti di ogni livello

Parlando di ostacoli esterni, sorge subito l’esigenza di chiarirne uno che viene spesso usato come scusa per smettere di andare a lezione o seguire un corso: la mancanza di tempo.

Se è vero che gli impegni quotidiani, come il lavoro o la famiglia, possono ridurre il tempo e lo spazio dedicati alla pratica e allo studio delle Arti del Tao, è anche vero che è sempre una questione di priorità e di forza di volontà: questo entra nel reame dell’energia dei Reni e dello spirito Zhi.

Però queste sono solo scuse, certo. Che, ad esempio, con Laboratorio Tao si possono superare facilmente. Si può studiare in ogni momento, senza limiti di orario. E da ogni luogo, senza doversi muovere: risparmiando, quindi, anche il tempo necessario agli spostamenti. Un’innovazione che ti porta il tempio nel palmo della tua mano.

Ostacoli esterni alla pratica taoista

Altri ostacoli esterni al progresso della propria pratica possono essere:

  • Informazioni Contraddittorie. L’abbondanza di informazioni disponibili, non tutte accurate o autentiche, può creare confusione e incertezza su quali pratiche o insegnamenti seguire. Ancora una volta, si conosce molto ma sfuggono le radici comuni e il filo conduttore di tutte le pratiche. Che è il vero studio del Tao;
  • La scarsità di Risorse Avanzate. Trovare materiale didattico o istruttori che offrano insegnamenti avanzati e approfonditi può essere difficile, soprattutto per chi cerca di andare oltre i concetti di base. Tutti insegnano dove mettere le mani e i piedi quando si pratica Qi Gong; oppure la teoria dei 5 elementi della medicina cinese, legandola alle stagioni e agli organi. Ma rimane complesso trovare chi trasmette i reali movimenti del Qi, o i differenti livelli di energia richiesti da una certa tecnica terapeutica di supporto a una specifica sindrome;
  • Mancanza di Comunità o Supporto. Non avere una comunità di praticanti o un mentore con cui condividere dubbi, esperienze e successi può limitare l’apprendimento e la motivazione. Anche per questo abbiamo inserito in Laboratorio Tao una community, che NON è assolutamente sui social media. È una piattaforma specifica in cui Oscar fornisce delle risorse aggiuntive sui temi mensili. Inoltre, i membri hanno la possibilità di contribuire spiegando la propria esperienza oppure facendo delle domande che li facciano evolvere e cambiare. E interagire col maestro, in un canale diretto e preferenziale;
  • Mancanza di Esperienza Diretta. La conoscenza teorica senza un’esperienza pratica profonda può limitare la comprensione e l’apprezzamento degli aspetti più sottili ed efficaci delle pratiche taoiste. Ancora una volta, sapere dove mettere le mani e i piedi migliora la qualità della propria pratica di qi gong solo fino a un certo punto. Dopodiché concentrarsi su questo aspetto diventa non solo inutile, ma impedisce ogni altro tipo progresso. La stessa cosa che avviene nella situazione di saturazione della conoscenza, avendo investito anni ad accumulare informazioni senza un’adeguata integrazione. Dopo un certo tempo ci si può sentire sopraffatti e bloccati, e può venire voglia di abbandonare la pratica. O di cercare cose “nuove” ma completamente scollegate da quello che si studia. Ma, alla fine, ciò che è importante è solo entrare in contatto con i metodi corretti, che aiutano a fare esperienza diretta del Qi. È solo il Qi l’autentico motore delle pratiche taoiste. La sua ricerca, il suo utilizzo, è ciò che rende i praticanti sinceri. Sinceri nello studio della medicina cinese, della meditazione… di ogni Arte del Tao.

Per tutti questi motivi, Laboratorio Tao nasce per essere di aiuto e supporto al praticante: ogni mese lezioni tematiche su un argomento nuovo ma, che giorno dopo giorno, ti rivelano i principi della pratica; poi lo studio di un corso in TaoTeca, utile per continuare ad approfondire; oltre che l’accesso alla community dedicata e assolutamente riservata, per progredire insieme grazie a video e brevi articoli specifici; infine, la possibilità di accedere a condizioni speciali anche ai corsi più avanzati e professionalizzanti.

Le lezioni tematiche cambiano di mese in mese spaziando nelle arti taoiste. Ad esempio, il primo mese di Laboratorio Tao è dedicate a un focus sugli 8 Pezzi di Broccato, sequenza molto amata ma in parte fraintesa: tutti ne illustrano il valore marziale e/o terapeutico, ma in realtà questa sequenza di 8 figure si spinge molto più in là. Di questo parleremo nelle lezioni mensili, per comprendere insieme al meglio il reale potere degli 8 Broccati, anche detti Ba Duan Jin 八段錦, incluso come si sistematizzano nei principi del Tao.

ancora laboratorio tao D

Conclusioni: come superare gli ostacoli nella pratica taoista

Concludendo, viviamo in un’epoca in cui l’abbondanza di informazioni può sia arricchire che confondere il proprio percorso di crescita personale e spirituale, specialmente nel campo delle pratiche taoiste come il qi gong, il tai chi chuan, la meditazione, la medicina cinese…

La sfida di discernere tra la vasta mole di contenuti disponibili e trovare quelli di qualità è reale: può portare a dispersione di energia e verso risultati insoddisfacenti.

Tuttavia, riconoscere gli ostacoli esterni e interni è il primo passo necessario per affrontarli con pazienza e compassione; può anche trasformare gli stessi ostacoli in opportunità di apprendimento e crescita.

In questo contesto “Laboratorio TAO” emerge come una risorsa utile e mirata, offrendo un ambiente semplice e supportivo per approfondire la conoscenza e la pratica delle arti taoiste.

Per i praticanti appassionati così come per gli insegnanti, offre un percorso guidato verso la trasformazione del Qi e la scoperta del proprio Tao, unico e personale.

Attraverso lezioni tematiche mensili (il primo mese sugli 8 Pezzi di Broccato), accesso alla ricca TaoTeca, e la partecipazione a una community dedicata, Laboratorio Tao fornisce gli strumenti per lavorare sulle proprie “sostanze interne”, trasformando il Qi e illuminando il proprio Ming, 明 (la missione di vita o mandato celeste). Offre agli insegnanti risorse preziose per arricchire le proprie lezioni, aiutandoli a guidare i propri allievi con maggiore efficacia.

Laboratorio Tao rappresenta dunque non solo un mezzo per superare gli ostacoli sulla via del Tao, ma anche una porta verso una comprensione più profonda di sé stessi e del mondo. Aiuta a vivere in maniera più semplice, allineati con la propria essenza più autentica. Molto più di un semplice programma di apprendimento: è un viaggio verso la scoperta del proprio cammino individuale nel Tao, con la guida esperta di Oscar e tante risorse tradizionali di cui viene evidenziato il principio comune.

Perché la reale Natura degli ostacoli sulla Via, è semplicemente la Strada per superarli.

Scopri cosa è incluso nel programma di Laboratorio Tao.

Icona Laboratorio Tao by Sorriso Interiore
8 PEZZI DI BROCCATO – Scarica l’ebook in PDF

Un EBOOK GRATUITO per studiare il prezioso qi gong, sempre con te

2 Commenti

  1. Ida Marseglia

    Sono Ida ,da poco pratico il corso Yi Jin Jing che trovo interessante e impegnativo. lo pratico tutti I giorni e temo di non riuscire , per il momento ,ad occuparmi di altro. Penso però di accedere al laboratorio successivamente

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visita la TaoTeca

ARGOMENTI

WEB-STORIES

Suoni che Curano – come praticarli

Suoni che Curano – come praticarli

Suoni che Curano - come praticarliSuoni che CURANOdi Oscar ValentiniLa vibrazione del Suonorigenera le cellule degli organi interniEsiste un SUONO che fa vibrare  ogni singolo organo per questo si chiamano anche SUONI SEGRETIVai all'articoloOgni SUONO ha una...

Come praticare gli 8 pezzi di broccato

Come praticare gli 8 pezzi di broccato

Come praticare gli 8 pezzi di broccatoGLI 8 PEZZI  DI BROCCATOdi Oscar ValentiniIl broccato è così meraviglioso e prezioso con i suoi ricami in oro meraviglioso come  questi esercizi taoisti!ecco come praticare gli 8 pezzi di broccatoalza le...

Scarica l'ebook gratuito sul Sorriso Interiore

Sta sulla sidebar di ogni pagina del blog, per iscriversi

Nome
Consenso GDPR(Obbligatorio)

Pin It on Pinterest